Offertepiù

 

logofacebook  logotwitterok  logogoogleplus  logoyoutubeok  logoissutop

Sei qui: Home / Pastificio Artigianale / Visualizza articoli per tag: vino alla spina
Venerdì, 27 Giugno 2014
Pubblicato in Pizzerie

lapinetaprima

Il Bar Pizzeria Ristorantino "La Pineta" si trova ad Amaseno in via Fontanelle, 35. Molto accogliente, a conduzione famigliare, è arredato con semplicità. Le tradizioni si sono tramandate nelle nostre preparazioni. Oggi, talvolta arricchite oppure rinnovate. E' possibile organizzare pranzi di lavoro o feste di compleanno in completa tranquillità. Sì, perché La Pineta è il locale adatto a ogni età. Ottimo anche per festeggiare lauree e per addii al celibato o al nubilato. Possibilità di organizzare pranzi o cene per gruppi con diverse tipologie di menu, gradita comunque la prenotazione.

lapinetafeste

La Cucina La nostra cucina si basa il più possibile su prodotti del territorio della provincia di Frosinone, molto ricco di prodotti come olio, vino, carne, verdure, formaggi (la nota mozzarella di bufala), tartufi, salumi e miele dal classico millefiori, con gli stessi realizziamo succosissime bruschette. Le carni, i salumi, le verdure freschissime provengono esclusivamente da allevamenti, gastronomie, orti del nostro paese. Tipico di Amaseno la ben nota mozzarella. 

Tra i secondi piatti da provare la tagliata, insaporita con pancetta e rosmarino oppure con rughetta e funghi porcini, arrosticini, e e tante varietà di carne cotte alla griglia. Il sabato e la domenica previa prenotazione, cuciniamo anche carne alla brace di bufalotta. Sono inoltre disponibili numerosi piatti per i vegetariani. 

pinetaalto

Un discorso a parte è la cena a base di pizza, la proposta culinaria è ampia con  una variegata scelta tra oltre quaranta tipologie di pizze - tra le quali spiccano la margherita Inn (bufala, parmigiano e pachino), quella Dop (pomodoro, bufala e pachino), la radicchio e provola, quella con broccoletti e salsiccia, la fiori di zucca con alici, l'ortolana, quella con tartufo, per finire le speciali pizza senza glutine e quella vegetariana. La Pizza è fatta nella maniera tradizionale, nella versione bassa, lievitata due volte e cotta nel nostro forno a legna. Il risultato è una pasta soffice, croccante e saporita, che rimane più digeribile per la lievitazione di 24 ore, condita con ingredienti sempre freschissimi e di ottima qualità. La sua particolarità è quella di essere cotta nel punto più caldo del forno.

lapinetaforno

DA BERE  Una su tutte la birra alla spina "Villacher" vera birra austriaca.

lapinetavillacher

Ricca anche la carta dei vini in bottiglia e alla spina. Miscela di Merlot con Cabernet e un buon vino rosso di produzione propria.

lapinetabiancoallaspina

lapinetamerlotecabernet

cartinalapineta

BAR PIZZERIA RISTORANTINO

LA PINETA

 

AMASENO

VIA FONTANELLE, 35

TEL. 0775 65431

CELL. 347 3213136  -  346 3060502

Giovedì, 29 Maggio 2014
Pubblicato in Enoteche e Vendita Vini

veronesiprimaokoffertaveronesi

CANTINA VERONESI Il nostro slogan è la nostra missione: portare il vino delle cantine di campagna direttamente in città. La vasta scelta di vini che presentiamo è il frutto di una continua ricerca presso aziende LOCALI e non solo. Il nostro impegno è quello di trovare prodotti con un ottimo rapporto qualità/prezzo.Tanti tipi diversi di Vini sfusi Rossi, Bianchi, Rosati e Liquorosi si alternano in negozio, a seconda della stagionalità e delle esigenze dei nostri clienti. La qualità dei nostri prodotti è garantita dal fatto di lavorare prevalentemente con aziende vitivinicole di medio-piccole dimensioni, che curano con amore la propria terra ed i propri prodotti. La comodità che vogliamo offrire ai nostri clienti è quella di non dover fare tanti chilometri fuori città per cercare il vino genuino di campagna. Potrete portare le vostre bottiglie, fiaschi, damigiane oppure potrete acquistarli da noi ed insieme sceglieremo il vino che più fa per voi. Il riempimento e la tappatura, alla presenza del cliente, avviene tramite un impianto di spillatura che preleva il vino dai Serbatoi Inox, compensati con azoto alimentare che garantisce la salubrità del prodotto. Completa la nostra offerta una linea di vini confezionati di Aziende selezionate, Grappe, Passiti e Spumanti, oltre ad una scelta di accessori enologici e idee regalo sempre originali. Se il vino genuino è ciò che cerchi...”diVINO SFUSO” è la risposta!

veronesialto

Come capire se un produttore lavora al meglio delle sue possibilità

L’igiene e l’ordine della cantina sono fondamentali per capire come un’azienda lavora: la prima cosa da fare è proprio quella di controllare questi elementi.
Conviene poi chiedere sempre tutte le informazioni di cui si ritiene di avere bisogno e in particolare, è buona regola chiedere quando il vino è stato condizionato (le damigiane sono lì da mesi o sono appena state riempite) e se è possibile assaggiarlo.

Come riutilizzare le damigiane e le bottiglie già adoperate
È possibile riutilizzare le damigiane e le bottiglie già utilizzate in precedenti occasioni, senza ogni volta acquistarne di nuove. L’importante è seguire poche semplici regole per la pulizia e l’asciugatura. Se è sufficiente una pulizia blanda (in caso in cui non ci siano incrostazioni o depositi), basta sciacquarle molto bene con acqua ben calda e lasciarle asciugare all’aria capovolte. Se invece si rende necessaria una pulizia più approfondita, si può ricorrere agli appositi spazzolini e a prodotti specifici a base di cloro in vendita presso i consorzi agrari o negozi specializzati.

Cosa serve per imbottigliare il vino
Esistono una varietà di attrezzi utili all’imbottigliamento, come il tubo in plastica o in gomma per i travasi, i tappi, le bottiglie, le macchine tappatrici, gli sgocciolatoi per le bottiglie lavate, le etichette, le apposite spazzole per la pulizia delle bottiglie. Tutti questi strumenti sono in vendita, oltre che presso i consorzi agrari, anche nella maggior parte degli ipermercati. Un altro attrezzo fondamentale è un sostegno su cui sistemare la damigiana, che deve essere sempre tenuta in una posizione più alta rispetto alle bottiglie, affinché il travaso si realizzi senza l’ausilio di pompe.

Come scegliere il tappo giusto
Per il vino “domestico2 la chiusura rappresenta una scelta di comodo, da compiere in funzione del tipo di bottiglia, dell’attrezzatura a disposizione e della spesa che si vuole sostenere. Visti i tempi di consumo del vino acquistato in damigiana, la scelta della chiusura non influenza drammaticamente la qualità del vino: la tipologia (sughero, corona, sintetico) e le dimensioni dei tappi non sono dunque fondamentali al fine dell’imbottigliamento domestico.

Non è necessario lubrificare i tappi
I tappi in sughero e sintetici in commercio sono già lubrificati, non è quindi necessario procedere ad alcuna lubrificazione prima di utilizzarli per l’imbottigliamento. I tappi a corona, invece, non necessitano di alcuna lubrificazione. In ogni caso non è consigliabile una lubrificazione “fai da te” pena la cessione al vino di odori e sapori anomali o, peggio ancora, di sostanze tossiche.

Come maneggiare i tappi prima dell’imbottigliamento
Il problema di maneggiare i tappi prima dell’imbottigliamento si riconduce a un discorso di tipo igienico. Non è necessario evitare di toccarli o utilizzare dei guanti, tuttavia è buona regola avere le mani il più possibile pulite.

Non riutilizzare tappi già adoperati
È assolutamente da evitare il riutilizzo di tappi precedentemente usati per chiudere altre bottiglie, fondamentalmente per motivi di tenuta. Nel caso dei tappi in sughero o sintetici, infatti, la tenuta sarebbe indubbiamente inferiore a quella dello stesso tappo nuovo. Per i tappi a corona, invece, di fatto il problema non sussiste: questo genere di tappo viene rovinato durante l’apertura rendendo impossibile il riutilizzo.

Come scegliere le bottiglie
Le bottiglie sono indubbiamente da preferirsi ai bottiglioni, perché, essendo di dimensioni minori, non rimangono lasciate a metà dentro gli armadi per giorni interi dopo essere state aperte. Per quanto riguarda forma e colore, un’avvertenza importante è quella di fare ricorso al vetro scuro, che protegge di più dalle ossidazioni catalizzate dalla luce.

Dove conservare le damigiane appena acquistate
La stanza di conservazione non è importante in termini di struttura del locale; la cosa fondamentale è che gli ambienti siano freschi (15-20 CC), non troppo umidi e non eccessivamente luminosi.

Quanto tempo può trascorrere prima di iniziare a imbottigliare
Una volta acquistata una damigiana, è sempre meglio imbottigliare il prima possibile. La damigiana, infatti, non garantisce una tenuta perfetta della chiusura; al contrario la bottiglia assicura una conservabilità indubbiamente maggiore.
Non occorre filtrare il vino prima di imbottigliarlo
Si presuppone che il vino acquistato in damigiana sia un vino già stabile, per cui non serve intervenire in alcun modo. È meglio evitare di acquistare, anche in damigiana, vini torbidi, non stabilizzati.

Quando imbottigliare
Secondo una credenza piuttosto diffusa, le fasi lunari e il calendario hanno un’importante influenza sulla scelta del momento migliore per imbottigliare il vino. Simili opinioni sono diffuse anche in realtà produttive di una certa rilevanza. Tuttavia, se si acquista un vino stabilizzato l’influenza della luna può ritenersi di secondaria importanza. Lo stesso discorso vale anche per le condizioni meteorologiche: se il vino è stabile non è necessario basarsi né sul calendario né sulla meteorologia.

Quanto riempire le bottiglie
Mediamente occorre lasciare sempre 1,5 cm dal livello del tappo, sia per i tappi a corona sia per gli altri formati (sughero, sintetico); questo perché all’aumentare della temperatura ci può essere una variazione di volume che può far saltare la chiusura se il livello di liquido è troppo alto.

Non interrompere l’imbottigliamento
Se, per problemi di tempo, l’imbottigliamento viene interrotto prima che la damigiana sia completamente svuotata per riprendere poi qualche giorno dopo, il vino ne risente. È sempre meglio imbottigliare tutto subito: lasciare la damigiana mezza vuota implica un maggior contatto del prodotto con l’ossigeno atmosferico. Tale contatto, se prolungato, può compromettere la qualità del vino prima della messa in bottiglia.

Come conservare le bottiglie
La posizione in cui vengono conservate le bottiglie è pressoché ininfluente. In ogni caso, se si usano tappi in sughero o sintetici, sarebbe meglio mantenere le bottiglie verticali nelle prime 24 ore, in modo da consentire l’adattamento del tappo (il suo ritorno elastico) al collo della bottiglia, dopodiché la differenza fra conservazione verticale o orizzontale non è determinante.

Quanto attendere prima di bere il vino appena imbottigliato
In genere si consiglia di aspettare qualche giorno prima di bere un vino appena imbottigliato, in modo che l’ossigeno inevitabilmente disciolto nel corso dell’imbottigliamento venga consumato e il vino possa esprimere al meglio il suo potenziale aromatico. Occorre comunque tenere in considerazione che solitamente il vino condizionato in damigiana non è adatto a lunghi periodi di conservazione.

Dove imbottigliare
Come abbiamo detto in precedenza, ribadiamo che i locali non hanno particolare importanza dal punto dì vista strutturale. Dallo scantinato al garage di casa ogni locale va bene, l’importante è che non ci siano condizioni estreme di temperatura, e che lo stato igienico del locale consenta l’imbottigliamento.

Come conservare i tappi in eccesso
È meglio mantenere i tappi acquistati in eccesso in sacchetti chiusi, in ambienti non troppo umidi, soprattutto nel caso di tappi in sughero.

Come pulire gli attrezzi dopo l’imbottigliamento
È sempre bene curare molto l’igiene e la pulizia nella fase che segue l’imbottigliamento. I mezzi da usare sono gli stessi di cui abbiamo già parlato: per pulizie superficiali, in assenza di incrostazioni o depositi, è sufficiente l’acqua calda; nel caso di interventi più drastici, si può ricorrere al sempre ottimo “olio di gomito” (attraverso quindi l’azione meccanica dì spazzole) o all’impiego di detergenti specifici.

Cantina Veronesi

FERENTINO Via San Nicola, 209 Cell. 339 2232888

acartinaveronesi

 

CECCANO Via per Frosinone, 2 Cell. 334 8526223

acantinaceccano

Iscriviti alla Newsletter

INFORMATIVA PRIVACY ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

Acconsento al trattamento dei dati da parte di OFFERTEPIU.IT finalizzato ai servizi di Email Marketing INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI. Leggi tutto.

 

Web Traffico

Oggi2922
Ieri2649
Settimana18545
Mese68355
Totali1378525
22 Luglio 2017

Contatti

  •  Via Casilina Nord, 152 - Frosinone

  •  Cell. 340.5051003 

 

    pulsantegoogleplusokkk 

pulsanteyoutubeok  logoissuubasso

 

 

Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti INFORMATIVA